BUDAPEST -Ale

image

E subito quella sensazione di libertà che mi prende non appena decollo con un aereo era la cosa che mi mancava da parecchio… Da circa un anno non stiamo facendo viaggi per risparmiare in vista del nostro viaggio ma quello che mi ha sempre fatto respirare dopo lunghi periodi di lavoro non poteva essere scomparso.Sono in aereo per un breve viaggio in direzione Budapest dove mio cognato sta facendo l’Erasmus è già il fatto di aver lasciato Orio e trovarmi sopra le Alpi mi fa sentire molto più vicino alla nostra piccola avventura del mese di Maggio.
Forse abbiamo cominciato a parlarne un po’ troppo presto o forse semplicemente non si può stare sempre concentrati su un obiettivo, che, pur importante che sia, rimane inevitabilmente intrappolato dalla vita di tutti i giorni che necessità pari attenzione e concentrazione.
Ma adesso, con le montagne innevate sotto di noi, penso a le montagne e i paesaggi che ci aspettano. Le nevi che vedremo saranno quelle della terra del fuoco, delle Rockies in Canada o delle vette della Nuova Zelanda e i panorami saranno tanto diversi e tanto lontani come mai avevamo immaginato fino ad ora.
Partire mi è mancato, mi manca l’attesa è il fermento che solo le novità possono dare, mi manca anche la leggera inquietudine che accompagna il cambiamento.
Il comfort e le abitudini di tutti i giorni mettono pace e tranquillità ma l’agitazione del non sapere a cosa si andrà incontro, se pur si tratti di qualcosa di assolutamente normale e per nulla pericoloso, è la linfa che mi tiene vivo.
Certo andare a Budapest per me è come per i miei genitori andare in Svizzera o come per i miei nonni andare in centro a Milano ma per molti lo spostarsi diventa ansia e fastidio piuttosto che sete di conoscenza è fonte di rinnovamento. Niente di male, ma a me piace e non c’è come non viaggiare per un periodo, se pur breve, per rischiare di dimenticare certe sensazioni che scoprì essere qualcosa per te di fondamentale!
E poi penso… Se un solo viaggio in Ungheria mi risveglia… Chissà come sarà la sensazione di essere sul primo volo verso l’Argentina che mi porterà lontano da quello che conosco per otto mesi.
Chissà se dal viaggio troverò finalmente il coraggio di vivere altrove, la forza per superare la pigrizia e l’indolenza che mi tiene legato a luoghi conosciuti ma nei quali forse non mi riconosco più da troppo tempo.

Buon week end a tutti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...